fiscalita differita - Software per commercialisti Blustring - Visual Help

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Adempimenti fiscali > Casistiche reddituali

GLI ADEMPIMENTI FISCALI

 
 
 

Cenni sulla fiscalità differita

PREMESSA
Nel primo tutorial dedicato alle rettifiche extracontabili, abbiamo visto che possono essere classificate in 4 tipologie:

  • DIFFERENZE ATTIVE DEFINITIVE;

  • DIFFERENZE ATTIVE TEMPORANEE;

  • DIFFERENZE PASSIVE DEFINITIVE;

  • DIFFERENZE PASSIVE TEMPORANE.

In questo tutorial focalizzeremo la nostra attenzione sulle differenze temporanee poiché generano imposte differite ed anticipate.

01 - LE IMPOSTE DIFFERITE

Dalle differenze attive temporanee si generano le IMPOSTE DIFFERITE poiché si verifica un rinvio temporale di materia imponibile.
Ad esempio, se decido di rateizzare una plusvalenza maturata nel 2013:

  • Nel 2013, determino una riduzione del reddito imponibile, con conseguente riduzione del costo relativo alle imposte da versare;

  • Negli anni successivi, però, il reddito imponibile dovrà essere aumentato, e di conseguenza. aumenterà il carico fiscale.

In pratica, una parte delle imposte di competenza del 2013, vengono DIFFERITE agli anni successivi.
Le imposte differite possono essere viste come dei costi presunti, economicamente già maturati, che finanziariamente andranno pagati in esercizi futuri. Dunque, vanno accantonate ad un apposito fondo di riserva.
Gli anni successivi, quando la differenza temporanea verrà “assorbita”, si procederà all’utilizzo del fondo accantonato.

Esempio
Supponiamo che il reddito fiscale del 2013 sia pari a 100.000,00 EURO, e che vi siano differenze attive temporanee per 20.000,00 EURO. Ipotizzando l’aliquota IRES del 27,50 % avremo:

  • IMPOSTE CORRENTI pari a 100.000,00 X 27,50% = 27.500,00;

  • IMPOSTE DIFFERITE pari a 20.000,00 X 27,50% = 5.500,00;

  • IMPOSTE DI COMPETENZA pari a 27.500,00 + 5.500,00 = 33.000,00

In partita doppia, effettueremo la seguente rilevazione:
IMPOSTE DELL’ESERCIZIO - a - DIVERSI 33.000,00
- a- FONDO IMPOSTE DIFFERITE 5.500,00
- a - ERARIO c/IRES 27.500,00

Gli anni successivi, si verificherà il RIASSORBIMENTO della differenza generatasi nel 2013.
Ipotizzando che nel 2014 le imposte correnti risultino pari ad EURO 30.000,00 EURO, e che la differenza generatasi nel 2013 sia stata assorbita” per 1/5, avremo:

  • IMPOSTE CORRENTI pari a 30.000,00 EURO;

  • ASSORBIMENTO di imposte differite del 2008 per 5.500,00 / 5 = 1.100,00

  • IMPOSTE DI COMPETENZA pari a 30.000,00 – 1.100,00 = 28.900,00.

In PD, effettueremo la seguente rilevazione:
IMPOSTE DELL’ESERCIZIO 28.900,00
FONDO IMPOSTE DIFFERITE 1.100,00
- a - ERARIO c/IRES 30.000,00

02 - LE IMPOSTE ANTICIPATE

Dalle differenze passive temporanee si generano le IMPOSTE  poiché si verifica un anticipo temporale di materia imponibile.
Ad esempio, dovedo rinviare all'esercizio successivo la deducibilità di un compenso amministratori maturato nel 2013:

  • Nel 2013, determino un aumento del reddito imponibile, con conseguente aumento del costo relativo alle imposte da versare;

  • L'anno successivo, il reddito imponibile dovrà essere diminuito, e di conseguenza, diminuirà il carico fiscale.

Le imposte anticipate possono essere viste come un credito verso l’erario poiché scaturiscono da costi già sostenuti, ma riconosciuti fiscalmente in esercizi futuri.

Esempio
Supponiamo che il reddito fiscale del 2003 sia pari a 100.000,00 EURO, e che vi siano differenze passive temporanee per 20.000,00 EURO. Ipotizzando l’aliquota IRES del 27,50 % avremo:

  • IMPOSTE CORRENTI pari a 100.000,00 X 27,50% = 27.500,00;

  • IMPOSTE ANTICIPATE pari a 20.000,00 X 27,50% = 5.500,00;

  • IMPOSTE DI COMPETENZA pari a 27.500,00 – 5.500,00 = 22.000,00

In PD, effettueremo la seguente rilevazione:
IMPOSTE DELL’ESERCIZIO 22.000,00
CREDITI PER IMPOSTE ANTICIPATE 5.500,00
- a - ERARIO c/IRES 27.500,00

Gli anni successivi, si verificherà il “riassorbimento” della differenza generatasi nel 2013.
Ipotizzando che nel 2014 le imposte correnti risultino pari a 30.000,00 EURO, e che la differenza generatasi nel 2008 venga completamente “assorbita”, avremo:

  • IMPOSTE CORRENTI pari a 30.000,00 EURO;

  • ASSORBIMENTO di imposte anticipate del 2008 per 5.500,00 EURO

  • IMPOSTE DI COMPETENZA pari a 30.000,00 + 5.500,00 = 35.500,00.

In PD, effettueremo la seguente rilevazione:
IMPOSTE DELL’ESERCIZIO - a - DIVERSI 35.500,00
CREDITI PER IMPOSTE ANTICIPATE 5.500,00
ERARIO c/IRES 30.000,00

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu