Focus sui codici IVA per il reverse charge - Software per commercialisti Blustring - Visual Help

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Gestione contabile > Il caricamento delle registrazioni contabili > La procedura FATTURE FORNITORI > La gestione di casistiche IVA particolari

La procedura FATTURE FORNITORI

 
 

Focus sui codici IVA per il reverse charge

PREMESSA

Come noto, le operazioni soggette a reverse charge devono essere riepilogate nel quadro VJ della dichiarazione IVA. In questo tutorial, comprenderai il meccanismo che consente la predisposizione automatica del quadro VJ.

01 - I CODICI IVA PER IL REVERSE CHARGE

I codici IVA maggiormente utilizzati per le operazioni soggette a reverse charge sono i seguenti:

  • 22ib: per gli acquisti intracomunitari di beni;

  • 22is: per gli acquisti intracomunitari di servizi;

  • 22sm: per gli acquisti da San Marino;

  • 22ed: per gli acquisti da subappaltatori nel settore edile.

I codici elencati funzionano tutti in modo analogo. Nella scheda anagrafica di ognuno di essi, oltre all'aggancio al quadro VF, troviamo le informazioni necessarie per la gestione del reverse charge.

A titolo di esempio, abbiamo riportato la scheda anagrafica del codice IVA 22ib.  
Nella sottosezione INFORMAZIONI SULLA NATURA DELL'OPERAZIONE, puoi osservare che:

  • Il flag OPERAZIONE SOGGETTA A CESSIONE COMPENSATIVA risulta attivato.

  • Nel campo TIPOLOGIA DI OPERAZIONE è stata selezionata la voce OPERAZIONE INTRA.

  • Nel campo CLASSIFICAZIONE è stata selezionata la voce CESSIONE DI BENI.

  • Nel campo AGGANCIO AL QUADRO VJ, è stato selezionato il codice del rigo del quadro VJ da compilare.

Sempre a titolo di esempio, abbiamo riportato la scheda anagrafica del codice IVA per gli acquisti da subappaltatori nel settore edile. Puoi osservare che:

  • Proprio come per il codice 22ib risulta attivato il flag OPERAZIONE SOGGETTA A CESSIONE COMPENSATIVA.

  • Anche il campo TIPOLOGIA DI OPERAZIONE risulta valorizzato, ma è stata selezionata la voce generica OPERAZIONE SOGGETTA A REVERSE CHARGE.

  • Il campo CLASSIFICAZIONE non è compilabile poiché solo per le operazioni intracomunitarie è rilevante sapere se si tratta di beni o servizi;

  • Nel campo AGGANGIO AL QUADRO VJ è stato selezionato il codice del rigo del quadro VJ da compilare.

02 - IL CARICAMENTO MANUALE DI CODICI IVA PER ALTRE OPERAZIONI SOGGETTE A REVERSE CHARGE

Il software Blustring viene fornito completo dei codici IVA normalmente utilizzati.
Qualora se ne dovesse presentare la necessità, è possibile personalizzare l'anagrafica dei codici IVA inserendo manualmente nuovi codici. Così, sarà possibile registrare anche le operazioni più rare e particolari.
Ipotizziamo, a titolo di esempio, di dovere registrare una particolare operazione soggetta a reverse charge, per la quale il software Blustring non preveda un codice IVA specifico. Nessun problema, basta procedere come descritto qui di seguito.


1/4  APERTURA ANAGRAFICA CODICI IVA


Come primo step, devi aprire l'anagrafica dei codici IVA. Pertanto, dalla barra multifunzione, selezionerai il comando CODICI IVA.

Clicca sull'immagine se desideri ingrandirla

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu