Gestione studio - Panoramica sulla procedura - Software per commercialisti Blustring - Visual Help

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Altre gestioni > Gestione studio

GESTIONE STUDIO

 
 
 

Gestione studio - panoramica sulla procedura

PREMESSA

Per gli studi professionali, l'organizzazione del lavoro ed il controllo dei costi sono esigenze sempre più sentite.
La procedura GESTIONE STUDIO, integrata nel software Blustring, consente di gestire in modo ottimale tutte le pratiche dello studio professionale:

  • Pianificando le attività la svolgere;

  • Monitorando lo stato di avanzamento dei lavori;

  • Misurando i tempi impiegati ed i costi sostenuti;

  • Misurando la redditività dei clienti e la produttività di dipendenti e collaboratori.

In sintesi, la procedura GESTIONE STUDIO consente di attuare un controllo di qualità (non necessariamente finalizzato al conseguimento di una certificazione ISO).
La procedura GESTIONE STUDIO può essere utilizzata sia per le aziende gestite con il software Blustring, sia per le aziende gestite con altri applicativi.

01 - OPERAZIONI PRELIMINARI

Prima di utilizzare la procedura GESTIONE STUDIO, occorre effettuare 2 operazioni preliminari:

  • Definire l'elenco delle aziende gestite;

  • Definire l'anagrafica degli utenti.

02 - LA DEFINIZIONE DELLE AZIENDE GESTITE

Come operazione preliminare, devi indicare al programma l'elenco delle aziende gestite.
Si tratta di un'operazione molto rapida, che richiede una manciata secondi, e va eseguita ogni volta che aggiorni il programma, dopo l'installazione della nuova release.
La procedura è già stata illustrata nel paragrafo 01 del tutorial dedicato al SALVATAGGIO GLOBALE.

03 - LA DEFINIZIONE DEGLI UTENTI

Altra operazione preliminare è la DEFINIZIONE DEGLI UTENTI. Occorre caricare nell'apposita anagrafica l'elenco degli operatori abilitati all'utilizzo del programma.
Per ogni operatore, occorre specificare:

  • ID utente;

  • Password di accesso;

  • Costo orario medio.

La spiegazione sul funzionamento della GESTIONE UTENTI è già stata in un tutorial del capitolo dedicato all'installazione e configurazione del propramma.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu