Il calcolo IMU - Software per commercialisti Blustring - Visual Help

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Adempimenti fiscali > La gestione degli immobili

GLI ADEMPIMENTI FISCALI

 
 
 

Il calcolo dell'IMU

PREMESSA

Dopo aver proceduto con le operazioni descritte dei tutorials precedenti:

Sei pronto per procedere con il calcolo dell'IMU.
Se le anagrafiche dei comuni e dei fabbricati sono state impostate correttamente, allora ogni anno il programma sarà in grado di procedere al calcolo dell'IMU senza la necessità di ulteriori interventi da parte dell'utente, salvo che siano intervenute delle variazioni riguardanti gli immobili, o le aliquote deliberate dai comuni. Detto altrimenti, ogni anno l'utente del programma dovrà provvedere ad aggiornare le anagrafiche esaminate nel corso del capitolo precedente solo nei seguenti casi:

  • variazioni delle rendite catastali degli immobili;

  • variazioni delle destinazioni d'uso (o delle percentuali di possesso), degli immibili;

  • variazioni delle aliquote deliberate dai comuni.

01 - OPERAZIONE PRELIMINARE: LA VISUALIZZAZIONE DI TUTTI I CONTRIBUENTI

Come operazione preliminare, ti consigliamo di utilizzare il menu MULTIAZIENDALE per gestire l'IMU di tutti i contribuenti. Così, potrai passare da un contribuente ad un altro, senza dover selezionare l'azienda.
Operativamente, devi:

02 - IL CALCOLO DELL'IMU SUI FABBRICATI

Per ogni contribuente gestito, dovrai procedere con il calcolo dell'IMU.
Ipotizziamo, a titolo di esempio, di voler calcolare l'IMU 2014 per Belli Lucio. Occorre:

  • Impostare l'esercizio;

  • Cliccare sul comando IMU in corrispondenza del contribuente.

Si aprirà la procedura per il calcolo dell'IMU.
Dalla sezione CALCOLO IMU FABBRICATI, occorre cliccare sul pulsante CALCOLA IMU.

 

Quindi, potrai verificare i conteggi effettuati, cliccando sul pulsante STAMPA CALCOLI.
Verrà prodotta una stampa di questo tipo:

 

Come possiamo osservare dalla slide, per ciascun immobile, dopo il riporto di alcuni dati (rendita catastale, coefficiente di rivalutazione, moltiplicatore, etc.), vengono visualizzati 3 righi, con il dettaglio del calcolo dell'IMU:

  • il primo rigo riporta il calcolo dell'IMU dovuta per l'anno selezionato;

  • il secondo rigo riporta il calcolo dell'acconto, che potrebbe avvenire sulla base di un'aliquota provvisoria;

  • il terzo rigo riporta il calcolo del saldo, ottenuto per differenza tra l'IMU dovuta, e l'acconto versato.

Poi, sotto il dettaglio del calcolo dell'IMU, viene riportata la modalità di versamento (righi di colore verde). Per ciascun versamento viene specificata la quota di competenza dello stato, e la quota di competenza del comune (determinata per differenza).

03 - LE RETTIFICHE MANUALI AL CALCOLO DELL'IMU

Per poter affrontare anche i casi più particolari, il software Blustring offre all'utente la possibilità di modificare manualmente i parametri di calcolo per il calcolo dell'IMU.
Operativamente, è sufficiente attivare il flag MODALITA INTERATTIVA prima di cliccare sul pulsante STAMPA CALCOLI.

 

Così, verrà visualizzato un prospetto di calcolo su cui sarà possibile intervenire per apportare modifiche, cliccando sul pulsante raffigurante il binocolo.

 

Si aprirà una maschera di input, in cui sarà possibile apportare modifiche ad ogni parametro.

 

ATTENZIONE: nel caso in cui si apportino modifiche manuali al calcolo dell'IMU, affiché queste restino memorizzate, il pulsante CALCOLA IMU non dovrà più essere premuto prima di visualizzare il calcolo dell'IMU per l'anno ed il contribuente per i quali si è provveduto ad effettuare rettifiche manuali.

04 - IL RIEPILOGO DEI VERSAMENTI DA EFFETTUARE

Dopo aver proceduto al calcolo dell'IMU, ed apportato eventuali rettifiche manuali, possiamo visualizzare un riepilogo sintetico dei versamenti da effettuare.
Sarà sufficiente cliccare sul pulsante RIEPILOGO VERSAMENTI.

 

Verrà prodotta una stampa di questo tipo:

 

Come possiamo osservare dalla slide, per ciascun comune in cui sono ubicati gli immobili, vengono elencati i versamenti da effettuare con i rispettivi codici tributo.

05 - LA GENERAZIONE DELLE DELEGHE DI PAGAMENTO

A questo punto, le deleghe di pagamento possono essere compilate manualmente, oppure in modo completamente automatico sfruttando l'apposita procedura.
Per generarle in modo automatico, occorre:

  • Selezionare il comune per il quale effettuare il pagamento;

  • Specificare la rata da versare ;

  • Cliccare sul pulsante GENERA DELEGHE F24.

 

Nell'esempio riportato, vediamo come generare la delega F24 per il versamento della prima, o unica, rata di acconto per un contribuente che possiede fabbricati nel comune di Perugia (codice catastale: G478).

ATTENZIONE
Per poter predisporre in modo automatico la delega di versamento, occorre selezionare il comune in cui sono ubicati gli immobili.
Pertanto, se un contribuente possiede immobili ubicati in più comuni, occorre ripetete la procedura appena esaminata per ciascuno di essi.

06 - IL CALCOLO E VERSAMENTO DELL'IMU SUI TERRENI

Per il calcolo dell'IMU sui terreni, si procede in modo analogo ai fabbricati.
Ovviamente, occorre operare dalla sezione TERRENI.

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu