Il caricamento manuale di un credito IVA pregresso - Software per commercialisti Blustring - Visual Help

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Gestione contabile > Il caricamento delle registrazioni contabili > La liquidazione IVA

LA LIQUIDAZIONE IVA

 
 
 

Il caricamento manuale di un credito IVA pregresso

PREMESSA
In questo tutorial, vedremo un'applicazione pratica dell'utilizzo della registrazione libera.
Ipotizziamo, a titolo di esempio, che una contabilità (con IVA trimestrale) sia stata gestita fino al 2013 con un altro programma, e che abbia chiuso l'esercizio contabile con un credito IVA di 2.000,00€.
Ipotizziamo, altresì, che il credito IVA debba essere portato in detrazione IVA da IVA. Poiché Blustring non può essere a conoscenza di questa circostanza, prima di procedere con il calcolo della liquidazione IVA per il primo trimestre 2014, occorrerà caricare l'importo del credito IVA maturato nel 2013.
Pertanto, caricheremo una registrazione libera per inserire il credito IVA (maturato nel 2013) nella liquidazione IVA del I trimestre 2014.


01 - IL CARICAMENTO DEL CREDITO IVA
Selezioniamo l'opzione REGISTRAZIONE LIBERA, e clicchiamo sul pulsante REGISTRA NUOVO MOVIMENTO IVA.

 

Quindi, compiliamo opportunamente i campi proposti dalla finestra di dialogo:

  • Nel campo DATA, digitiama 31/03/2014 poiché dobbiamo effettuare la liquidazione del I trimestre 2014;

  • Nel campo ANNO, digitiamo l'anno di riferimento (2014);

  • Nel campo PERIODO, selezioniamo il periodo della liquidazione (I TRIMESTRE);

  • Nel campo CAUSALE, selezioniamo la voce RIPORTO DA PERIODO PRECEDENTE;

  • Nel campo IMPORTO, digitiamo l'importo del credito, preceduto dal segno meno;

  • Infine, è opportuno compilare il campo DESCRIZIONE, inserendo una breve nota.

 

02 - LA GENERAZIONE DELLA LIQUIDAZIONE IVA
Dopo aver provveduto al caricamento del credito IVA pregresso, possiamo procedere normalmente al calcolo della liquidazione IVA periodica.

 

Completata l'operazione, osserveremo gli effetti delle due procedure appena utilizzate (registrazione libera, e generazione della liquidazione IVA).

 

Come al solito, stampando il prospetto della liquidazione IVA, possiamo verificare la correttezza del lavoro svolto.

 

Come puoi osservare, la liquidazione IVA è corretta: l'importo di verifica è pari a 0.
Infatti, il versamento dovuto è pari alla somma algebrica:

  • + IVA sulle vendite;

  • + IVA sui corrispettivi;

  • - IVA sugli acquisti;

  • - Credito IVA pregresso;

  • + Interessi trimestrali.

Video riassuntivo

ATTENZIONE: Il video è stato realizzato qualche anno fa, con una release ormai obsoleta, e pertanto, vi potrebbero essere delle differenze con l'interfaccia attuale del programma.
Tuttavia, abbiamo ritenuto utile pubblicarlo poiché la logica di funzionamento delle procedure illustrate è rimasta invariata.

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu