L'importazione della prima nota da excel - Software per commercialisti Blustring - Visual Help

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Gestione contabile > Il caricamento delle registrazioni contabili > La procedura PRIMA NOTA > Utilita

La procedura PRIMA NOTA

 
 
 

L'importazione della prima nota cassa / banca da un foglio Excel

PREMESSA
Nel tutorial precedente, abbiamo visto come inserire manualmente i movimenti di prima nota cassa / banca.
Molte banche, tramite il servizio di home banking, consentono di scaricare un foglio Excel contenente l'elenco dei movimenti del conto corrente. In questi casi, anziché digitarli, è possibile importare automaticamente i movimenti bancari. Detto altrimenti, è possibile effettuare l'importazione della prima nota cassa / banca da un un foglio di lavoro Excel.

01 - PRESUPPOSTI
Affinché sia possibile effettuare l'importazione della prima nota cassa / banca da un un foglio di lavoro Excel, è necessario che:

  • Nel computer risulti installato MICROSOFT EXCEL (2003, o superiore). ATTANZIONE: OpenOffice, o altri prodotti NON Microsoft, NON sono compatibili;

  • Il foglio di lavoro excel deve rispettare i requisiti che andremo ad elencare qui di seguito.


REQUISITI CHE DEVE RISPETTARE IL FILE EXCEL

Il file Excel NON deve contenere righi di intestazione, e le informazioni devono essere organizzate in almeno 4 colonne, possibilmente nel seguente ordine:

  • COLONNA 1: DATA OPERAZIONE

  • COLONNA 2: ENTRATE

  • COLONNA 3: USCITE

  • COLONNA 4: DESCRIZIONE


Qualora il file Excel rilasciato dalla banca non dovesse rispettare i requisiti appena esposti, sarà comunque possibile effettuare l'importazione, ma come operazione preliminare, occorrerà adattare il foglio di lavoro.
Ad esempio, se il foglio Excel dovesse contenere dei righi di intestazione, per poter effettuare l'importazione, sarà necessario eliminare i righi di intestazione e salvare il file modificato.

 

02 - LA PROCEDURA DI IMPORTAZIONE
Dalla procedura per il caricamento della prima nota cassa / banca, dobbiamo cliccare sul pulsante IMPORTA DA EXCEL (in basso, a destra).

 

Si aprirà una finestra di dialogo.
Come prima operazione, occorre selezionare il foglio Excel contenente i movimenti di prima nota.

 

A questo punto, verifichiamo che il campo NOME DEL FOGLIO CONTENENTE I DATI, riporti il nome del foglio (contenuto nel file Excel) in cui sono presenti i dati da importare.

 

Infine, clicchiamo sul pulsante IMPORTA.

03 - L'IMPORTAZIONE E' INTELLIGENTE...
Se hai osservato la finestra di dialogo, avrai notato l'opzione LIVELLO DI AUTOMATISMO impostata (di default) su: IMPORTAZIONE INTELLIGENTE.

 

In fase di importazione, per ogni rigo del foglio Excel, il sistema confronterà l'importo dell'operazione con le partite aperte, ed in caso di compatibilità effettuerà l'abbinamento.
Ovviamente, prima di effettuare la contabilizzazione dei movimenti importati, sarà possibile effettuare qualsiasi correzione.

Osserviamo che, ove possibile, il sistema ha correttamente abbinato gli incassi e pagamenti alle partite aperte.
Ad esempio, il pagamento di 840,00€, effettuato in data 31/01/2013, è stato correttamente abbinato alla fattura n.412 di Verdi Gino, che risultava aperta per 840,00€.

Invece, per le operazioni che il sistema non ha saputo abbinare, sono stati caricati dei movimenti di contabilità generale, inserendo come conto di contropartita il conto CASSA, e come descrizione, sono stati inseriti tre punti interrogativi.
Pertanto, prima di procedere con la contabilizzazione, sarà necessario apportare le opportune correzioni.

Video riassuntivo

ATTENZIONE: Il video è stato realizzato qualche anno fa, con una release ormai obsoleta, e pertanto, vi potrebbero essere delle differenze con l'interfaccia attuale del programma.
Tuttavia, abbiamo ritenuto utile pubblicarlo poiché la logica di funzionamento delle procedure illustrate è rimasta invariata.

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu