L'utilizzo delle causali contabili - Software per commercialisti Blustring - Visual Help

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Gestione contabile > Il caricamento delle registrazioni contabili > La procedura PRIMA NOTA

La procedura PRIMA NOTA

 
 
 

L'utilizzo delle causali contabili

PREMESSA

Nel tutorial precedente, abbiamo visto come caricare una registrazione di contabilità generale utilizzando la causale generica.
Utilizzando delle causali specifiche, è possibile velocizzare il caricamento delle registrazioni contabili, preimpostando il contenuto del dettaglio contabile nelle casistiche più frequenti.

01 - OPERAZIONE PRELIMINARE: IMPOSTAZIONE DELL'ANAGRAFICA CAUSALI CONTABILI
Ci sono delle registrazioni contabili che vengono caricate più frequentemente. Per queste, puoi definire delle causali contabili specifiche.
Ipotizziamo, a titolo di esempio, di gestire la contabilità di un'azienda, per la quale molto frequentemente occorre rilevare dei prelevamenti presso la banca UNICREDIT.
Vediamo come definire una causale contabile specifica questa operazione ricorrente. Dal menu TUTTE LE ANAGRAFICHE, selezioniamo il comando CAUSALI CONTABILI.

 

Si aprirà l'anagrafica delle causali contabili, con una serie di causali specifiche già preimpostate.
Per impostare una nuova causale, clicchiamo sul comando NUOVA CAUSALE.

 

Quindi, compiliamo la scheda anagrafica della causale che desideriamo creare, inserendo:

  • Il codice univoco identificativo;

  • Una breve descrizione;

  • I conti che dovranno essere movimentati.

 

02 - L'INSERIMENTO DI UNA REGISTRAZIONE CONTABILE UTILIZZANDO UNA CAUSALE SPECIFICA
Avendo definito una causale contabile specifica, per registrare i prelevamenti presso il conto UNICREDIT, anziché utilizzare la causale generica, potremo selezionare la causale creata ad hoc.

 

Così, non dovremo né digitare la descrizione, né selezionare i conti da movimentare: questi campi verranno impostati automaticamente selezionando la causale specifica.
Il nostro lavoro si limiterà alla digitazione degli importi.

Video riassuntivo

ATTENZIONE: Il video è stato realizzato qualche anno fa, con una release ormai obsoleta, e pertanto, vi potrebbero essere delle differenze con l'interfaccia attuale del programma.
Tuttavia, abbiamo ritenuto utile pubblicarlo poiché la logica di funzionamento delle procedure illustrate è rimasta invariata.

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu