L'utilizzo di più registri IVA - Software per commercialisti Blustring - Visual Help

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Gestione contabile > Il caricamento delle registrazioni contabili > La procedura FATTURE FORNITORI > La gestione di casistiche IVA particolari

La procedura FATTURE FORNITORI

 
 

L'utilizzo di più registri IVA

PREMESSA

Per impostazione predefinita, tutte le fatture di acquisto vengono registrate in un unico registro IVA. Per la precisione, vengono registrate nel registro IVA acquisti codificato con il numero 1.

In caso di necessità, però, è possibile istituire più registri sezionali. Detto altrimenti, è possibile caricare le registrazioni contabili in registri IVA diversi. Ciò avviene:

  • in caso di contabilità separate EX art. 36 DPR 633/72;

  • oppure, per scelta aziendale, si può scegliere di separare le registrazioni contabili in più registri IVA. Ad esempio, un'azienda potrebbe decidere di istituire 2 registri IVA: uno per le fatture ricevute dai fornitori nazionali, ed un altro per le fatture dei fornitori esteri.

02 - OPERAZIONE PRELIMINARE: LA PERSONALIZZAZIONE DELL'ANAGRAFICA REGISTRI IVA

Come operazione preliminare, occorre personalizzare l'anagrafica dei registri IVA, caricandovi i registri IVA necessari.
Per impostazione predefinita, l'anagrafica dei registri IVA viene fornita con 7 registri:

  • 2 registri IVA acquisti (codici: 1, 10);

  • 2 registri IVA vendite (codici: 2, 20);

  • 2 registri IVA corrispettivi (codici: 3, 30);

  • 1 registro IVA riepilogativo (codice: 888).

 

Ipotizziamo, a titolo di esempio, di aver bisogno di un terzo registro IVA. Procederemo come segue.

1/2  ACCESSO ALL'ANAGRAFICA DEI REGISTRI IVA

Per caricare un nuovo registro IVA, occorre entrare nell'anagrafica dei registri IVA.
Molto semplice: dal menu TUTTE LE ANAGRAFICHE della barra multifunzione, dovrai selezionare il comando REGISTRI IVA.




Clicca sull'immagine se desideri ingrandirla

 

03 - FOCUS SUI CAMPI DA COMPILARE

Nel paragrafo precedente, hai appreso l'iter da seguire per caricare in anagrafica un nuovo registro IVA. Ora, faremo chiarezza sui campi da compilare.

  • CODICE: è il codice (numerico) che identifica in modo univoco il registro. Consigliamo di far iniziare per 1 i codici dei registri acquisti, per 2 i codici dei registri vendite, per 3 i codici dei registri corrispettivi. Nell'esempio riportato, abbiamo caricato un registro acquisti, attribuendogli il codice 11.

  • TIPOLOGIA: identifica la natura del registro. Può assumere uno tra i seguenti valori: ACQUISTI, VENDITE, CORRISPETTIVI.

  • DESCRIZIONE LIBERA AD USO UNTERNO: è una sorta di promemoria interno (facoltativo) per ricordare quando va utilizzato il registro.

  • PREDEFINITO: il campo non è compilabile poiché identifica i registri forniti di default con il programma.

  • EVENTUALE CONTABILITA' SEPARATA DI RIFERIMENTO: per il momento, ignora questo campo. Ne apprenderai la fonzione nel tutorial specificamente dedicato alle contabilità separate EX art. 36.

  • REGISTRO FITTIZIO: si tratta di un campo speciale che può tornare utile in situazioni particolari. Se attivato, tutte le operazioni registrate nel registro, saranno rese trasparenti ai fini della gestione IVA. Detto altrimenti, se carico una registrazione contabile in un registro IVA fittizio, quella operazione parteciperà alla formazione del bilancio, ma NON alla liquidazione IVA. Ai fini della gestione IVA, quella operazione sarà ininfluente.

04 - IL CARICAMENTO DELLE REGISTRAZIONI CONTABILI

Sebbene tu possa caricare le registrazioni contabili con la consueta procedura, modificando ogni volta (manualmente) il campo relativo al registro IVA, ti suggeriamo una soluzione molto più pratica.
In primo luogo, prima di procedere con la registrazione, ti suggeriamo di raggruppare le fatture in base al registro IVA da utilizzare. Pertanto, se devi utilizzare 3 diversi registri IVA acquisti, ti suggeriamo di suddividere le fatture ricevute in 3 diversi gruppi:

  • il gruppo delle fatture da registrare nel registro IVA 1;

  • il gruppo delle fatture da registrare nel registro IVA 10;

  • il gruppo delle fatture da registrare nel registro IVA 11.

Quindi, procederai seguendo l'iter sotto illustrato.



1/3  ACCESSO ALLA PROCEDURA SPECIALE PER IL CARICAMENTO DELLE FATTURE


Al fine di agevolare il caricamento delle registrazioni in registri diversi, abbiamo predisposto una procedura ad hoc, accessibile da: UTILITA' CONTABILITA' IVA / CARICAMENTO REGISTRAZIONI IN CONTABILITA' SEPARATE.

Clicca sull'immagine se desideri ingrandirla

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu