La dichiarazione IVA - Software per commercialisti Blustring - Visual Help

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Adempimenti fiscali

GLI ADEMPIMENTI FISCALI

 
 
 

La compilazione della dichiarazione IVA

PREMESSA

Come noto, la dichiarazione IVA può essere presentata in forma autonoma, oppure integrata in UNICO. In ogni caso, il contenuto non cambia.
I quadri principali della dichiarazione IVA sono:

  • VE (operazioni attive);

  • VT (ripartizione delle operazioni attive);

  • VF (operazioni passive);

  • VJ (operazioni con reverse charge);

  • VH (riepilogo delle liquidazioni IVA);

  • VL (calcolo della liquidazione annuale)

Se le registrazioni IVA sono state caricate correttamente, sarà possibile impostare automaticamente la dichiarazione IVA, effettuando il riporto automatico dei dati nei quadri principali.
Ovviamente, dopo aver effettuato il travaso dei dati dalla contabilità alla dichiarazione, quest'ultima sarà completamente INDIPENDENTE dalla contabilità, ed in caso di necessità, sarà possibile apportare qualsiasi tipo di modifica ed integrazione.

01 - LA SIMULAZIONE FISCALE

Sebbene non sia obbligatorio, prima di effettuare il travaso automatico dei dati nel software dichiarativo, è consigliabile stampare la simulazione dei quadri principali (almeno dei quadri VE, VF).
Così, è possibile verificare la riclassificazione delle operazioni registrate nei quadri della dichiarazione.
Dal menu GESTIONI FISCALI, selezioniamo il comando SIMULAZIONE DICHIARAZIONE IVA.

 

Ora, ipotizziamo a titolo di esempio di voler simulare il quadro VF (operazioni passive) per l'esercizio 2013 (dichiarazione IVA 2014):

  • Nel campo anno, digitiamo 2013 (l'esercizio di riferimento, NON l'anno di presentazione della dichiarazione);

  • Poi, selezioniamo il quadro da simulare (nel nostro esempio: VF);

  • Infine, clicchiamo sul pulsante SIMULA IL QUADRO SELEZIONATO.

La procedura produrrà una stampa di questo tipo:

 

Come puoi osservare dalla slide, per ogni rigo del quadro, vengono elencati i codici IVA riepilogati.
Nell'esempio riportato, il quadro VF si comporrà di 3 righi: VF09, VF11, VF18.

Il rigo VF09 riepilogherà le operazioni IVA registrate con il codice IVA: 10 (IVA 10%).

Il rigo VF11 riepilogherà le operazioni registrate con i codici IVA:

  • 21 (IVA 21%);

  • 2180 (IVA 21%, detraibile al 80%), per la parte detraibile;

  • 21IB (IVA 21%, acquisti intracomunutari di beni).


Il rigo VF18 riepilogherà le operazioni con IVA indetraibile.

OPZIONI
Come hai sicuramente notato, la procedura offre molte opzioni.
Al fine di evitare una trattazione dispersiva, ce ne occuperemo più avanti. Tuttavia, vale la pena soffermarsi sull'opzione: MOSTRA DETTAGLIO CONTABILE.

 

Se attivata, per ciascun rigo del quadro, oltre al dettaglio dei codici IVA riepilogati, verrà fornito l'ulteriore dettaglio delle registrazioni riepilogate.

 

MECCANISMO DI FUNZIONAMENTO
Se hai letto attentamente i capitoli dedicati ai codici IVA, ed alla registrazione delle fatture di acquisto, il meccanismo dovrebbe esserti chiaro:

  • In sede di registrazione contabile, viene selezionato un codice IVA e gli viene associato un imponibile;

  • Poiché ogni codice IVA è agganciato ad un rigo del quadro VF, l'imponibile che gli era stato associato verrà riepilogato nel rigo agganciato al codice IVA.

 
 
 

OSSERVAZIONE
In questo paragrafo, si è parlato esclusiviamente del quadro VF.
Il meccanismo di funzionamento dei quadri VE, VJ è assolutamente analogo. Pertanto, quanto detto per il quadro VF è valido anche per gli altri quadri.

02 - LA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE IVA IN FORMA AUTONOMA

Se abbiamo stampato la simulazione fiscale, già sappiamo come verrà impostata la dichiarazione IVA.
In questo paragrafo, vedremo come predisporre la dichiarazione IVA autonoma con il software SOGEI. Qualora il software adottato fosse un altro, la logica di base non cambia.
La compilazione della dichiarazione avviene in 2 fasi:

  • Creazione del file di esportazione (da Blustring);

  • Importazione del file di esportazione (dal software dichiarativo).

03 - LA CREAZIONE DEL FILE DI ESPORTAZIONE

Dal software Blustring, dobbiamo generare il file che potrà essere importato dal software dichiarativo.
Ipotizziamo, a titolo di esempio, di dover predisporre la dichiarazione IVA 2014 (relativa all'esercizio 2013) per la societa BETA SRL. Dal menu GESTIONI FISCALI, selezioniamo il comando: ESPORTA DATI IN UNICO 2014.

 

Quindi, dalla sezione DICHIARAZIONE IVA della procedura:

  • Digitiamo il nome che desideriamo attribuire al file. Ad esempio: BetaIVA2014;

  • Verifichiamo i dati relativi alla presentazione della dichiarazione;

  • Verifichiamo, ed eventualmente modifichiamo, i parametri proposti;

  • Infine, clicchiamo sul comando CREA FILE ESPORTAZIONE.

 

IMPORTANTE
Affinché l'operazione possa essere eseguita, è necessario che l'anagrafica dell'azienda sia stata opportunamente compilata.
L'anagrafica dell'azienda può definirsi OPPORTUNAMENTE COMPILATA, se sono state compilate almeno le sezioni illustrate dal tutorial dedicato alla creazione delle aziende (ultimo paragrafo).

EFFETTI DELLA PROCEDURA
Come effetto della procedura, verrà generato il FILE DI ESPORTAZIONE. Si tratta di un file di testo, conforme a determinate specifiche, che potrà essere importato dal software SOGEI e da tutti i software commerciali dotati di una analoga funzione di importazione.
Il file generato verrà collocato nella cartella: C:\Blustring_FilesCreati\

 

04 - L'IMPORTAZIONE DEL FILE NEL SOFTWARE DICHIARATIVO

A questo punto, non dobbiamo fare altro che eseguire il software dichiarativo ed importare il file appena generato con Blustring.
Se utilizziamo il software SOGEI, dobbiamo
selezionare il comando FILE / IMPORTA 2014.

 

Si aprirà una finestra dialogo. Cliccando sul pulsante SFOGLIA:

  • Entreremo nella cartella C:\Blustring_FilesCreati;

  • Quindi, selezioneremo il file appena generato da Blustring.

 

La dichiarazione è stata importata.
Come primo step, occorre controllare e confermare i dati anagrafici. Pertanto, con un doppio click sull'apposito comando, apriamo il quadro dei dati anagrafici. Se è tutto regolare, chiudiamo il quadro, e passiamo agli altri quadri.

 

Dopo aver confermato i dati anagrafici, dovremo fare lo stesso con tutti gli altri quadri. Pertanto, con un doppio click, priamo uno ad uno gli altri quadri:

  • Se è tutto regolare li confermiano;

  • Altrimenti, possiamo apportare qualsiasi modifica.

 

Per ultimo, occorre confermare il quadro VX.
Completata l'operazione, il sistema ci informerà che la dichiarazione è formalmente corretta, è che è stato generato il file telematico da inviare.
Il file telematico generato, di default, viene collocato nella cartella: C:\UNICONLINE\ARC\.

 

Prima di chiudere la dichiarazione, consigliamo ovviamente di salvarla, selezionando il comando FILE / SALVA, o FILE / SALVA CON NOME.

 

ATTENZIONE
La trattazione fornita in questo paragrafo non ha la pretesa di sostituire la documentazione fornita dalla SOGEI.
Pertanto, per maggiori dettagli sul funzionamento dei software SOGEI, si rimanda alla documentazione fornita dal produttore.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu