La gestione dei beni strumentali - Software per commercialisti Blustring - Visual Help

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Gestione contabile > Il caricamento delle registrazioni contabili > La gestione cespiti

LA GESTIONE CESPITI

 

La gestione cespiti

PREMESSA
I beni strumentali (comunemente chiamati anche cespiti) sono quei beni che vengono acquistati dall’imprenditore che sono destinati ad essere utilizzati per più esercizi.  Sono beni strumentali: le attrezzature, i macchinari, il computers, gli autocarri, etc.
Generalmente, il costo sostenuto per l'acquisto di un bene strumentale non è interamente imputabile all'esercizio in è stato acquisito, ma va spalmato in più anni, in funzione della presumibile "durata" del bene. Il processo con cui il costo del bene viene ripartito nell'arco di più esercizi prende il nome di AMMORTAMENTO.
L’art.2426 del Codice civile stabilisce che il costo delle immobilizzazioni, materiali e immateriali, la cui utilizzazione è limitata nel tempo deve essere sistematicamente ammortizzato in ogni esercizio in relazione con la loro residua possibilità di utilizzazione.
Tuttavia, è prassi ammortizzare i beni strumentali utilizzando i coefficienti stabiliti dal D.M. 31 dicembre 1988, ipotizzando implicitamente che i coefficienti rispecchino fedelmente il tasso di deperimento dei beni strumentali, e che quindi, applicandoli, i cespiti vengano ammortizzati in funzione della loro residua possibilità di utilizzazione. Si tratta, ovviamente, di una forzatura, ma che consente di effettuare l'ammortamento in modo omogeneo ogni anno.
Nella vita di ogni cespite possiamo individuare 3 momenti fondamentali:

  • ACQUISIZIONE;

  • AMMORTAMENTO;

  • DISMISSIONE.

Gli argomenti fondamentali sono giù stati trattati nei capitoli precedenti. Ad esempio, nel capitolo dedicato alla registrazione delle fatture di acquisto, si è dato ampio spazio alla trattazione della registrazione delle fatture per l'acquisto di cespiti. Pertanto, in questo tutorial ci limiteremo a fornire una panoramica generale sulla gestione dei cespiti, richiamando con dei links le trattazioni già fornite.

01 - L'ACQUISIZIONE DEI BENI STRUMENTALI
I beni strumentali possono essere utilizzati in virtù:

  • Di un contratto di acquisto (che attribuisce all'impresa la proprietà del bene);

  • Di un contratto di locazione, leasing, o comodato. In questo caso, poiché l'impresa utilizza beni che non sono di sua proprietà si parla di ACQUISIZIONE DI BENI DI TERZI.


L'ACQUISTO DI CESPITI
Nel capitolo dedicato alla registrazione delle fatture di acquisto, abbiamo introdotto l'argomento, spiegando come:

Poi, abbiamo fornito degli approfondimenti, esaminando:


L'ACQUISIZIONE DI BENI DI TERZI
Spesso, l'imprenditore, anziché acquistare, preferisce prendere in leasing, o in locazione, un bene strumentale.
Abbiamo visto come gestire contabilmente un contratto di leasing: dalla stipula, all'eventuale riscatto del bene.
Può capitare che, pur non essendone il proprietario, l'imprenditore decida si sostenere delle spese volte ad incrementare la capacità produttiva di un bene di terzi. Questa tipologia di investimento viene comunemente chiamata: miglioria su beni di terzi.

NON DIMENTICARE I CESPITI PREGRESSI...
Solitamente, quando si inizia a gestire una contabilità con un nuovo programma, l’azienda ha già in carico diversi cespiti, che vengono comunemente chiamati CESPITI PREGRESSI. Abbiamo già spiegato come effettuare il caricamento dei cespiti pregressi.

02 - LA PROCEDURA DI AMMORTAMENTO
Il costo sostenuto per l'acquisto dei beni strumentali viene spalmato in più esercizi tramite la procedura di ammortamento.
Ovviamente, i beni di terzi NON possono essere ammortizzati: potranno essere ammortizzati solamente i beni in leasing dopo aver (eventualmente) esercitato il diritto di riscatto (ammortizzando il prezzo di riscatto). Inoltre, possono essere ammortizzate le migliorie su beni di terzi.
In sintesi, possono essere ammortizzati:

  • I cespiti acquistati. Viene ammortizzato il costo storico aumentato di eventuali spese incrementative;

  • I cespiti acquisiti in leasing riscattati. Viene ammortizzato il prezzo di riscatto;

  • Le migliorie su beni di terzi.

Nel capitolo dedicato alle chiusure annuali, abbiamo visto come effettuare la rilevazione e la contabilizzazione degli ammortamenti annuali.

03 - LA DISMISSIONE DEI CESPITI
Quando l'imprenditore ritiene che un bene strumentale sia divenuto superfluo, provvede alla sua dismissione dal ciclo produttivo.
Normalmente, la dismissione avviene tramite la sua cessione. Nel capitolo dedicato alle fatture attive, abbiamo visto come contabilizzare una fattura emessa per la vendita di un cespite.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu