La liquidazione IVA con corrispettivi ventilati - Software per commercialisti Blustring - Visual Help

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Gestione contabile > Il caricamento delle registrazioni contabili > La liquidazione IVA > Casistiche IVA particolari

LA LIQUIDAZIONE IVA

 
 
 

La liquidazione IVA con corrispettivi ventilati

PREMESSA
Come noto, per i corrispettivi soggetti a ventilazione, l'IVA addebitata ai clienti non è nota al momento della registrazione poiché potrà essere determinata solo in fase di liquidazione.
In fase di registrazione, infatti, l'intero importo incassato viene contabilizzato come ricavo.
Successivamente, in fase di liquidazione, dall'ammontare dei ricavi verrà scorporato l'importo dell'IVA.
In questo tutorial, vedremo come operare per le liquidazioni IVA periodiche in presenza di corrispettivi soggetti a ventilazione.

01 - LA LIQUIDAZIONE IVA IN PRESENZA DI CORRISPETTIVI SOGGETTI A VENTILAZIONE
In presenza di corrispettivi da ventilare la liquidazione IVA periodica avviene in 2 fasi:

  • Calcolo della ventilazione (scorporo dell'IVA dai corrispettivi incassati);

  • Calcolo della liquidazione IVA vera e propria.


CALCOLO DELLA VENTILAZIONE
Prima di procedere con la liquidazione IVA vera e propria, occorre effettuare la ventilazione dei corrispettivi: in proporzione all'IVA sugli acquisti di beni e servizi destinati alla rivendita, verrà effettuato lo scorporo dell'IVA dall'ammontare complessivo degli incassi giornalieri.
Dalla procedura per la gestione delle liquidazioni IVA, selezioniamo l'opzione VENTILAZIONE, e clicchiamo sul comando REGISTRA NUOVO MOVIMENTO IVA.

 

Quindi, ipotizzando di dover ventilare i corrispettivi del II trimestre 2013:

  • Impostiamo opportunamente i campi proposti dalla finestra di dialogo;

  • Quindi, clicchiamo sul pulsante REGISTRA VENTILAZIONE.

 

IL CALCOLO DELLA LIQUIDAZIONE IVA
A questo punto, possiamo procedere con la consueta procedura prevista per il calcolo della liquidazione IVA.
Vi è solo una particolarità: occorre attivare il flag LIQUIDAZIONE IVA RELATIVA A CONTABILITA' CON VENTILAZIONE.

 

A questo punto, la liquidazione IVA periodica è stata ultimata.
Come al solito, consigliamo di stampare il prospetto di riepilogo per verificare la correttezza dell'operazione effettuata.

 

Come puoi osservare:

  • Nel rigo CORRISPETTIVI DA VENTILARE, l'importo dell'IVA addebitata è pari a 0. Infatti, in fase di registrazione è impossibile scomputare imponibile ed IVA;

  • Nel rigo IVA DA VENTILAZIONE CORRISPETTIVI, troviamo l'importo appena calcolato.

02 - LA VENTILAZIONE ANNUALE
Putroppo, il meccanismo della ventilazione non è certamente tra i più semplici previsti dal sistema fiscale italiano, infatti:

  • Per il calcolo della ventilazione del I trimestre, si considerano gli acquisti effettuati nel I trimestre;

  • Per il calcolo della ventilazione del II trimestre, si considerano gli acquisti effettuati nel I e II trimestre;

  • Per il calcolo della ventilazione del III trimestre, si considerano gli acquisti effettuati nel I, II, e III trimestre.

  • Per il calcolo della ventilazione del IV trimestre, si considerano gli acquisti effettuati nel I, II, III, e IV trimestre.


Infine, in sede di dichiarazione annuale, va effettuato il ricalcolo complessivo della ventilazione. Detto altrimenti, occorre ventilare l'intero ammontare dei corrispettivi incassati durante l'anno considerando tutti gli acquisti effettuati nell'anno.
Da questo calcolo, potranno verificarsi tre ipotesi:

  • L'IVA calcolata sui corrispettivi coincide con la somma delle ventilazioni periodiche. In questo caso, avremo una posizione di pareggio;

  • L'IVA calcolata sui corrispettivi è superiore alla somma delle ventilazioni periodiche. In questo caso, scaturirà un debito verso l'erario;

  • L'IVA calcolata sui corrispettivi è inferiore alla somma delle ventilazioni periodiche. In questo caso, scaturirà un credito verso l'erario.


Per effettuare il ricalcolo, è sufficiente aprire la procedura per il calcolo della ventilazione e dalla sezione RIEPILOGHI ANNUALI:

  • Impostare opportunamente i campi proposti;

  • Cliccare sul pulsante CALCOLO VENTILAZIONE CORRISPETTIVI.

 

Come vedremo più avanti, questo risultato dovrà essere riportato nel quadro VE della dichiarazione IVA.

03 - RIFLESSI CONTABILI

In fase di registrazione dei corrispettivi

In fare di registrazione dei corrispettivi, l'intero importo incassato viene imputato ad un conto di ricavo. Detto altrimenti, viene redatta la scrittura:
CASSA  -a-  RICAVI DA CORRISPETTIVI (per l'intero importo incassato).

Ad ogni liquidazione periodica
Ad ogni liquidazione periodica, l'IVA calcolata con il meccanismo della ventilazione, viene scorporata dal ricavo. Pertanto, viene redatta la scrittura:
RICAVI DA CORRISPETTIVI  -a-  IVA SU CORRISPETTIVI (per l'importo dell'IVA ventilata).
Quindi, il saldo del conto IVA SU CORRISPETTIVI verrà girocontato al conto ERARIO C/IVA.

In sede di chiarazione IVA annuale
Al termine dell'esercizio, occorre procedere con il ricalcolo generale della ventilazione. Dal calcolo possono emergere 3 situazioni:

  • 1) L'IVA calcolata sui corrispettivi coincide con la somma delle ventilazioni periodiche.

  • 2) L'IVA calcolata sui corrispettivi è superiore alla somma delle ventilazioni periodiche.

  • 3) L'IVA calcolata sui corrispettivi è inferiore alla somma delle ventilazioni periodiche.


Nell'ipotesi (1), non occorre redigere alcuna scrittura.

Nell'ipotesi (2), l'IVA che è stata complessivamente scorporata nel corso dell'anno è inferiore all'importo calcolato a consuntivo. Pertanto, scaturisce un debito verso l'erario, che rileveremo con una scrittura del tipo:
RICAVI DA CORRISPETTIVI  -a-  ERARIO c/IVA (per la differenza tra l'IVA calcolata a consuntivo e la somma delle ventilazioni periodiche).

Nell'ipotesi (3), l'IVA che è stata complessivamente scorporata nel corso dell'anno è superiore all'importo calcolato a consuntivo. Pertanto, scaturisce un credito verso l'erario, che rileveremo con una scrittura del tipo:
ERARIO C/IVA -a-  RICAVI DA CORRISPETTIVI (per la differenza tra la somma delle ventilazioni periodiche e l'IVA calcolata a consuntivo).

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu