La personalizzazione dei codici IVA - Software per commercialisti Blustring - Visual Help

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Gestione contabile > L'anagrafica codici IVA

L'ANAGRAFICA CODICI IVA

 
 

La personalizzazione dei codici IVA

PREMESSA

L'anagrafica dei codici IVA viene fornita completa di tutti i codici normalmente necessari per la registrazione delle fatture.
Tuttavia, la normativa IVA è molto complessa e potrebbero presentarsi delle casistiche piuttosto rare, non contemplate dall'anagrafica dei codici IVA. In questi casi, è possibile superare agevolmente il problema, personalizzando l'anagrafica dei codici IVA, inserendo nuovi codici IVA.
Il questo tutorial, verrà spiegato come implementare l'anagrafica dei codici IVA.

01 - IL CARICAMENTO DI UN NUOVO CODICE IVA

Se hai seguito i tutorials precedenti, ti è sicuramente chiara la composizione della scheda anagrafica di ogni codice IVA.
Se ti si dovesse presentare la necessità di caricare un nuovo codice IVA per gestire una casistica IVA particolare, devi:

  • cliccare sul comando INSERISCI UN NUOVO CODICE IVA;

  • compilare opportunamente la scheda anagrafica.

Ipotizziamo, per assurdo, di dover caricare un nuovo codice IVA per poter registrare le fatture di acquisto con IVA al 22%, detraibile nella misura del 38%.
Per inserire il nuovo codice IVA, clicchiamo sul pulsante INSERISCI UN NUOVO CODICE IVA.

Quindi, compileremo opportunamente i campi proposti.

Dopo aver completato il caricamento dei dati, puoi decidere se salvare il nuovo codice nella sola azienda in linea, o in tutte le aziende gestite:

  • per salvarlo nella sola azienda in linea, devi cliccare sul pulsante SALVA ED ESCI (pulsante in basso a destra, con l'icona della posta gialla);

  • per salvarlo in tutte le aziende gestite, devi cliccare sul pulsante SALVATAGGIO GLOBALE.

02 - LA CREAZIONE DI UN NUOVO CODICE IVA TRAMITE CLONAZIONE

Se devi creare un nuovo codice IVA con caratteristiche analoghe ad uno già presente, anziché seguire la procedura descritta nel paragrafo precedente, puoi utilizzare la CLONAZIONE.
Con la CLONAZIONE, viene generato un nuovo codice IVA con le stesse caratteristiche di un codice già presente, fatta eccezione per il codice identificativo e la descrizione. Così, non dovrai compilare intergralmente la scheda anagrafica del nuovo codice poiché ti limiterai a compilare i soli campi che dovranno differire dal codice clonato.
Riprendiamo l'esempio del paragrafo precedente: vediamo come sarebbe stato più facile creare lo stesso codice IVA mediante clonazione. Poiché il codice che dobbiamo realizzare avrà caratteristiche analoghe al codice IVA 2250 (IVA 22% detraibile al 50%), decidiamo di clonarlo, cliccando sul pulsante CLONA corrispondente.

Si aprirà una finestra di dialogo, che richiede di inserire:

  • il CODICE da attribuire al nuovo conto;

  • la DESCRIZIONE da attribuire al nuovo conto.

 

Cliccando sul pulsante CLONA, verrà creata la scheda anagrafica del codice IVA desiderato, che erediterà tutte le caratteristiche del codice clonato, fatta eccezione per il codice identificativo e la descrizione.

Prima di chiudere la scheda anagrafica, occorre ricordarsi di apportare evenuali modifiche che dovessero essere necessarie. Nel nostro esempio, occorre correggere la percentuale di detraibilità, che non deve essere 50%, ma 38%.

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu