La personalizzazione del piano dei conti - Software per commercialisti Blustring - Visual Help

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Gestione contabile > Il piano dei conti

IL PIANO DEI CONTI

 
 

La personalizzazione del piano dei conti

PREMESSA

Per un produttore di software è impossibile realizzare un piano dei conti in grado di soddisfare pienamente ogni operatore, poiché:

  • ogni azienda ha delle esigenze peculiari, che nessun piano dei conti preimpostato può soddisfare;

  • ogni commercialista ha un proprio schema mentale. Ad esempio, c'è chi predilige piani dei conti molto sintetici, e chi invece, li preferisce lunghi ed articolati.

Il software Blustring viene fornito con un piano dei conti preimpostato mediamente articolato.
Al fine di soddisfare anche le esigenze più particolari, il piano dei conti è molto facile da personalizzare. Ad esempio, per aggiungere un nuovo conto suno sufficienti meno di 5 secondi! In questo tutorial, apprenderai a personalizzare il piano dei conti di Blustring. Detto altrimenti, apprenderai ad inserire nuovi conti e a modificare quelli già esistenti.

01 - IL CARICAMENTO DI UN NUOVO CONTO DI III LIVELLO

In questo paragrafo, vedremo come inserire nuovi conti di terzo livello, vale a dire i conti movimentabili nelle registrazioni contabili.
Il caricamento di un nuovo conto di III livello può avvenire con 2 modalità alternative:

  • la clonazione;

  • il caricamento manuale.

LA CLONAZIONE

Partiamo con la clonazione poiché è sicuramente il metodo più semplice e rapido. Consiste nel clonare un conto con caratteristiche analoghe a quello che si desidera inserire. Detto altrimenti, con la clonazione si va a clonare un conto già esistente, creandone uno nuovo con le stesse caratteristiche (posizione nel piano dei conti, agganci, etc.), ma ovviamente, con un suo codice ed una sua descrizione.
Ipotizziamo, a titolo di esempio, di gestire la contabilità di un'impresa che effettua vendite in Italia, e talvolta, in Germania. Ipotizziamo altresì, che la direzione aziendale desideri distinguere i ricavi conseguiti in Italia dai ricavi conseguiti in Germania. Pertanto, per poter avere due voci distinte in bilancio, dovremo creare il conto: RICAVI VENDITE GERMANIA. Poiché il conto desiderato avrà caratteristiche simili
ad un conto già presente (RICAVI VENDITE), procederemo alla clonazione di quest'ultimo.

La procedura è molto semplice. Occorre aprire il piano dei conti e:

  • selezionare il conto che si desidera clonare;

  • cliccare sul pulsante per procedere con la clonazione.

 

Si aprirà una finestra di dialogo, in cui dovremo inserire:

  • il CODICE univoco da attribuire al nuovo conto (abbiamo scelto RICGER);

  • la DESCRIZIONE da attribuire al nuovo conto (RICAVI VENDITE GERMANIA);

  • facoltativamente, è possibile inserire anche la codifica numerica alternativa.

Ultimata la compilazione dei campi richiesti, non resta che cliccare sul pulsante CLONA.

Il nuovo conto è stato generato. Se visualizzassi le varie sezioni che compongono la scheda anagrafica, noteresti che ha ripreso gli stessi agganci del conto clonato. Ovviamente, se lo ritieni opportuno, puoi sempre apportare tutte le modifiche che vuoi alla scheda anagrafica.
Per completare l'operazione, devi solo cliccare sul pulsante SALVA ED ESCI. Così, inserirai definitivamente il conto nel piano dei conti.

 

Il gioco è fatto!!! il nuovo conto è stato correttamente inserito nel piano dei conti.

IL CARICAMENTO MANUALE DI UN NUOVO CONTO

In alternativa, è possibile procedere con il caricamento manuale. Consiste nel selezionare il conto di II livello da cui far dipendere gerarchicamente il nuovo conto, per poi procedere con la compilazione manuale della scheda anagrafica.
Riprendendo l'esempio del paragrafo precedente, per inserire il conto RICAVI VENDITE GERMANIA, possiamo:

  • selezionare il conto di secondo livello da cui desideriamo farlo dipendere (210 - VENDITE);

  • cliccare sul pulsante per procedere con il caricamento manuale della scheda anagrafica.

A questo punto, dovremo compilare manualmente la scheda anagrafica del nuovo conto.

 

NOTA TECNICA: Per poter salvare il conto, è sufficiente compilare i campi CODICE CONTO, e DESCRIZIONE, rimandando la compilazione degli altri anche ad un momento successivo.
Tuttavia, vista la semplicità della CLONAZIONE, sono davvero rari i casi in cui si preferisce il caricamento manuale di un nuovo conto.

02 - LA MODIFICA DI UN CONTO ESISTENTE

Nel paragrafo precedente, abbiamo visto come procedere con il caricamento di un nuovo conto di III livello. Ora, vedremo come si procede con la modifica di un conto già esistente.
Come avrai già intuito, basta entrare nella scheda anagrafica del conto desiderato ed apportare le modifiche ritenute necessarie.
Riprendiamo l'esempio del paragrafo precedente, e supponiamo di voler modificare la descrizione del conto FITTI ATTIVI, cambiandola in FITTI ATTIVI GERMANIA.

Verrà visualizzata la scheda anagrafica del conto. Da lì, sarà possibile apportare tutte le modifiche desiderate.

Per salvare le modichiche apportate, è sufficiente cliccare sul pulsante SALVA ED ESCI.

03 - L'ELIMINAZIONE DI UN CONTO

Oltre alla creazione, ed alla modifica, è possibile anche eliminare un conto.
Se desideri eliminare un conto, devi:

  • entrare nella scheda anagrafica del conto (come hai visto nel paragrafo precedente);

  • cliccare sul pulsante ELIMINA.

ATTENZIONE: Al fine di evitare incongruenze nella contabilità, il programma impedisce l'eliminazione di conti utilizzati in una o più registrazioni contabili.
Pertanto, se desideri eliminare un conto già utilizzato, dovrai prima:

  • eliminare le registrazioni contabili in cui quel conto è stato utilizzato;

  • oppure, entrare nelle registrazioni contabili in cui quel conto è stato utilizzato, e sostituirlo con un altro.

Quando in NESSUNA delle registrazioni contabili risulterà utilizzato il conto, allora potrai procedere con l'eliminazione.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu