La registrazione dei proventi non comprovati da fattura - Software per commercialisti Blustring - Visual Help

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Gestione contabile > Il caricamento delle registrazioni contabili > La procedura FATTURE CLIENTI

La procedura FATTURE CLIENTI

 
 

La registrazione dei proventi non da fattura per le contabilità semplificate

PREMESSA

Come noto, i contribuenti in regime di contabilità semplificata, non dovendo tenere il libro giornale, devono annotare TUTTI i proventi conseguiti (anche quelli che non vengono comprovati dall'emissione di una fattura) nel registro IVA vendite. In questo tutorial, vedremo come si deve operare per registrare i proventi che non vengono comprovati da una fattura, nel registro IVA vendite di una contabilità semplificata.

01 - LA PROCEDURA DI REGISTRAZIONE

Per registrare i proventi non comprovati dall'emissione di una fattura, si procede in modo analogo alla registrazione dei costi non da fattura, salvo:

  • Utilizzare la procedura prevista per la registrazione delle fatture attive. Così, il programma provvederà all'inserimento dell'operazione nel registro IVA vendite.

  • Selezionare il cliente fittizio PNF (proventi non da fattura). Così, il programma identificherà il documento degistrato non come una fattura, ma come un altro documento, assolutamente irrilevante ai fini IVA.

 

Nell'esempio riportato, vediamo la rilevazione delle rimanenze finali di merci al 31/12/13 per una contabilità semplificata.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu