La registrazione della vendita di un cespite - Software per commercialisti Blustring - Visual Help

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Gestione contabile > Il caricamento delle registrazioni contabili > La procedura FATTURE CLIENTI

La procedura FATTURE CLIENTI

 
 

La registrazione della vendita di un cespite

PREMESSA

In questo tutorial, verrà spiegato come registrare una fattura emessa per la vendita di un cespite. Vedremo come:

  • effettuare la registrazione contabile;

  • effettuare lo storno nel registri cespiti;

  • contabilizzare la plusvalenza, o la minusvalenza, maturata.

01 - LA REGISTRAZIONE DELLA FATTURA EMESSA PER LA VENDITA DI UN BENE AMMORTIZZABILE

La registrazione della fattura emessa per la vendita di un bene ammortizzabile presenta 2 particolarità nel dettaglio contabile:

  • nel rigo di tipo 1 del dettaglio contabile, occorre attivare il flag STORNO IN VE;

  • nel rigo di tipo 2 del dettaglio contabile, come conto di contropartita occorre selezionare il conto TRANSITORIO CESPITI (codice: TRACES).

 

L'attivazione del flag STORNO IN VE, consentirà di riportare correttamente l'operazione nel quadro VE della dichiarazione IVA annuale. Come noto, infatti, le cessioni di beni ammortizzabili, devono essere stornati dal volume d'affari.
L'utilizzo del conto di contropartita TRANSITORIO CESPITI, invece, consentirà di calcolare, ed imputare la plusvalenza, o la minusvalenza, che deriveranno dall'operazione.

Completato il caricamento del dettaglio contabile, occorre passare alla sezione CESPITI. Da qui, occorre:

  • cliccare sul binocolo per aprire l'anagrafica cespiti;

  • dall'anagrafica cespiti, selezionare con un doppio click il bene ceduto;

  • cliccare sul pulsante AT (ALIENAZIONE TOTALE) per effettuare il calcolo del risultato di cessione (plusvalenza, o minusvalenza).

Completata l'operazione, è possibile cliccare sul pulsante con l'icona verde, per visualizzare la scheda anagrafica del bene alienato, e verificare il risultato di cessione.

Nell'esempio riportato, vediamo la scheda anagrafica del cespite che è stato alienato. Dalla scheda risulta che il bene è stato:

  • acquistato per 2.000,00€;

  • ammortizzato per 200,00€;

  • è stato venduto al prezzo di 1.000,00€, quando aveva un valore residuo di 1.800,00€ (2.000,00 - 200,00).

Pertanto, dall'operazione è scaturita una mninusvalenza di 800,00€ (1.000,00 - 1.800,00).

02 - LA CONTABILIZZAZIONE DEL RISULTATO DELL'OPERAZIONE

Con la compilazione della sezione CESPITI, è stato rilevato il risultato dell'operazione (plusvalenza, o minusvalenza) nel registro cespiti. Resta una cosa da fare: il risultato dell'operazione deve essere travasato nella contabilità. Diversamente, comparirebbe nel registro cespiti, ma non nel bilancio.
Dall'elenco delle fatture di vendita registrate, occorre cliccare sul comando PLUSVALENZE E MINUSVALENZE.

Verrà visualizzato l'elenco di tutte le plusvalenze, e munusvalenze, rilevate nel registro cespiti.
Per effetturare il travaso in contabilità, occorre:

  • selezionare la tipologia di travaso (contabilità ordinaria, o contabilità semplificata);

  • cliccare su pulsante CONTABILIZZA in corrispondenza del rigo desiderato.

Se il contribuente è in contabilità ordinaria, con la procedura appena illustrata, verranno redatte 2 scritture in partita doppia:

  • Lo storno del fondo ammortamento: così, verrà azzerato il saldo del fondo ammortamento, ed in contropartita, il valore dell'immobilizzazione verrà ridotto dal costo storico al valore residuo.

  • La rilevazione del risultato di cessione: così, verrà azzerato il saldo del conto TRANSITORIO CESPITI. Verrà altresì azzerato il saldo del conto dell'immobilizzazione (ora al valore residuo) . In contropartita, verrà rilevato il risultato dell'operazione.

 

Se il contribuente è in contabilità semplificata, invece, con la procedura appena illustrata, il risultato dell'operazione verrà annotato nel registro IVA.

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu