La registrazione delle fatture emesse dai produttori agricoli - Software per commercialisti Blustring - Visual Help

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Gestione contabile > Il caricamento delle registrazioni contabili > La procedura FATTURE CLIENTI

La procedura FATTURE CLIENTI

 
 

La registrazione delle fatture emesse dai produttori agricoli

PREMESSA

Come noto, ai produttori agricoli è applicabile un regime IVA speciale. Per coloro che adottano questo regime speciale, l'IVA pagata sugli acquisti è detraibile in misura forfetaria. Il legislatore ha raggruppato i prodotti agricoli in diverse categorie, e per ciascuna, è prevista una specifica percentuale di forfetizzazione dell'IVA.
Poiché per ogni tipologia di prodotto è prevista una specifica percentuale di forfetizzazione dell'IVA, come operazione preliminare, occorre impostare l'anagrafica delle tipologia di prodotti agricoli.

01 - L'ANAGRAFICA DELLE TIPOLOGIE DI PRODOTTI AGRICOLI

Poiché ciascuna tipologia di prodotto è assoggettata ad una diversa percentuale di detrazione forfetaria, occorre caricare nell’apposita anagrafica le tipologie di prodotto che saranno oggetto dell'attività d'impresa con le corrispondenti percentuali di detrazione forfetaria.

ATTENZIONE
Per ciascuna tipologia di prodotto, il legislatore NON ha stabilito direttamente la percentuale di forfetizzazione dell'IVA, ma la cosidetta percentuale di compensazione.
Tuttavia, con una semplice formula, dalla percentuale di compensazione, è possibile ricavare la percentuale di forfetizzazione dell'IVA. Infatti:
% di detrazione forfetaria dell’IVA = % di compensazione X (100 / Aliquota IVA a cui è soggetto il bene)
ESEMPIO

Ipotizziamo che per le vendite di latte, il legislatore abbia previsto le seguenti aliquote:

  • ALIQUOTA IVA: 10%;

  • PERCENTUALE DI COMPENSAZIONE: 9%

Ricaviamo la % di detrazione forfettaria per il latte:
% di detrazione forfetaria dell’IVA = 9 X (100/10) = 90%
Pertanto, su una vendita di 100.000,00 EURO di latte, dovrò:

  • Applicare il 10% di IVA (pari a 10.000,00 EURO);

  • Spetterà una detrazione forfetaria pari a: 10.000,00 X (90/100) = 9.000,00.

Pertanto, in sede di liquidazione periodica, l’Iva da versare sarà pari a: 10.000,00 -  9.000,00 = 1.000,00.

Ora che sappiamo come calcolare le percentuali di detrazione forfettaria, vediamo come caricarle nell'apposita anagrafica.
Dal menu TUTTE LE AGAGRAFICHE della barra multifunzione, dobbiamo selezionare il comando BENI SOGGETTI A REGIMI IVA SPECIALI.

 

Si aprirà l'anagrafica dei beni soggetti a regimi IVA speciali. Per caricare un nuovo bene, clicchiamo sul pulsante INSERISCI UN NUOVO BENE IN ANAGRAFICA.

 

Quindi compileremo la scheda anagrafica del bene, partendo dalla sezione DATI ANAGRAFICI.
Il codice viene assegnato automaticamente dalla procedura. Pertanto occorre:

  • Digitare la descrizione della tipologia di prodotto (es: latte);

  • Selezionare il regime IVA speciale a cui è assoggettato.

 

Quindi, passeremo alla compilazione della sezione dedicata ai beni assoggettati al regime IVa speciale della detrazione forfettaria.
Qui, imposteremo il campo PERCENTUALE FORFETTARIA DI DETRAZIONE.

 

ATTENZIONE: qui occorre indicare la % di detrazione forfetaria che va applicata (in sede di liquidazione) sull'IVA addebitata ai clienti, e NON la % di compensazione.

02 - LA REGISTRAZIONE DELLE FATTURE EMESSE

Avendo impostato l'anagrafica dei beni soggetti a regimi IVA speciali, saremo pronti per procedere con la registrazione delle fatture di vendita.
La registrazione delle fatture di vendita avviene utilizzando la consueta procedura. Ad esempio, per registrare una vendita di latte, compileremo il dettaglio contabile, selezionando il codice IVA 10 (IVA 10%).

 

Prima di chiudere la registrazione, però, occorre ricordarsi di entrare nella sezione REGIMI SPECIALI, e specificare la tipologia di prodotto che è stato venduto.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu