La registrazione di contabilità generale - Software per commercialisti Blustring - Visual Help

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Gestione contabile > Il caricamento delle registrazioni contabili > La procedura PRIMA NOTA

La procedura PRIMA NOTA

 
 

La registrazione di contabilità generale

PREMESSA

Con una registrazione di contabilità generale, è possibile caricare qualsiasi articolo in partita doppia che non modifichi il saldo di un cliente, o di un fornitore.
A titolo di esempio, la registrazione di contabilità generale deve essere utilizzata per:

  • Rilevare il costo del personale dipendente;

  • Registrare il pagamento di assicurazioni, e di altri oneri che non sono comprovati dall'emissione di una fattura;

  • Effettuare giroconti;

  • Registrare prelevamenti e versamenti;

  • Inserire le scritture di assestamento (ammortamenti, ratei, risconti, fatture da emettere e da ricevere, rilevazione delle rimanenze, rilevazione del TFR, etc.)

Ovviamente, la lista appena fornita non è esaustiva, ma elenca solo le principali casistiche in cui occorre inserire una registrazione di contabilità generale.
Detto altrimenti, occorre inserire una registrazione di contabilità generale per rilevare gli accadimenti aziendali non gestibili con le procedure prima nota fornitori, e prima nota clienti.

01 - LA PROCEDURA DI REGISTRAZIONE
Anche per le registrazioni di contabilità generale, la maschera di registrazione si compone di 2 sezioni fondamentali:

  • DATI GENERALI;

  • DETTAGLIO CONTABILE.

 

Nella sezione DATI GENERALI, occorre inserire:

  • La DATA DI REGISTRAZIONE;

  • La CAUSALE;

  • Una breve DESCRIZIONE.

Nel campo CAUSALE, utilizzando la causale generica (GENER), puoi caricare qualsiasi articolo in partita doppia.
Nel prossimo tutorial, vedremo che in alternativa, puoi utilizzare delle causali specifiche per velocizzare il caricamento delle registrazioni contabili.

Nella sezione DETTAGLIO CONTABILE, invece, occorre inserire tanti righi quanti sono i conti da movimentare.
Nell'esempio riportato, puoi osservare la rilevazione di un prelevamento (CASSA a BANCA). Poiché dovevamo movimentare due conti, il dettaglio contabile si compone di 2 righi.
Qualora avessimo dovuto redigere un articolo più complesso, avremmo inserito più righi.

 

In questo secondo esempio, puoi osservare la rilevazione degli ammortamenti per l'esercizio 2013.

OSSERVAZIONE

Come avrai sicuramente intuito, ogni registrazione di contabilità generale deve avere ALMENO 2 righi: uno in DARE, ed uno in AVERE.
Inoltre, la somma degli importi in DARE deve coincidere con la somma degli importi in AVERE.

02 - LA SELEZIONE DEI CONTI DA MOVIMENTARE
In fase di compilazione del dettaglio contabile, devi selezionare i conti che intendi movimentare.
Se ricordi il codice del conto, potrai digitarlo direttamente. Altrimenti, cliccando sul binocolo, o premento F2, potrai ricercarlo dall'anagrafica del piano dei conti.

 

03 - IL CAMPO TIPO
Osservando il dettaglio contabile, avrai sicuramente notato la presenza del campo TIPO.
Per impostazione predefinita, il campo tipo viene valorizzato sempre con S (Sottoconto). Infatti, con una registrazione di contabilità generale, viene redatto un articolo in partita doppia, che movimenta 2 o più sottoconti.

Tuttavia, in situazioni ESTREMAMENTE particolari, è possibile utilizzare la registrazione di contabilità generale anche per movimentare clienti e fornitori. In questo caso, nel campo TIPO occorre selezionare:

  • F: per movimentare un fornitore;

  • C: per movimentare un cliente.

 

NOTA TECNICA
Quella appena illustrata è una possibilità offerta dal programma, che con ogni probabilità, non dovrai MAI utilizzare. Si tratta, infatti, di una possibilità che potrebbe tornare utile in situazioni davvero rare e particolari.
Invece, nella generalità dei casi, per tutti gli accadimenti aziendali che incidono sui saldi dei clienti e dei fornitori, dovrai utilizzare le procedure: PRIMA NOTA CLIENTI e PRIMA NOTA FORNITORI.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu