Le altre scritture di assestamento - Software per commercialisti Blustring - Visual Help

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Gestione contabile > Il caricamento delle registrazioni contabili > Le chiusure annuali

LE CHIUSURE ANNUALI

 
 
 

Le altre scritture di assestamento

PREMESSA
Analogamente alle rimanenze, anche per le altre scritture di assestamento occorre procedere manualmente.
E' evidente, infatti, che il programma non può conoscere né l'ammontare del TFR da accantonare, né l'eventuale svalutazione di crediti. Analogamente alle rimanenze, per ogni altro assestamento, occorrerà:

  • Caricare una registrazione di contabilità generale (per le contabilità ordinarie);

  • Effettuare un'annotazione nel registro IVA acquisti (per le contabilità semplificate).

01 - RILEVAZIONE PER LE CONTABILITA' ORDINARIE
Per i contribuenti in contabilità ordinaria, per ogni assestamento, occorre redigere una scrittura di contabilità generale.
Ad esempio, per rilevare la quota TFR di competenza dell'esercizio, occorre caricare una scrittura di contabilità generale, movimentando:

  • In DARE: il conto economico di costo QUOTA TFR;

  • In AVERE: il conto patrimoniale FONDO TFR.

 

02 - RILEVAZIONE PER LE CONTABILITA' SEMPLIFICATE
Per i contribuenti in contabilità semplificata, per ogni assestamento, occorre effettuare un'annotazione nel registro IVA ACQUISTI.
Ad esempio, per rilevare la quota TFR dell'esercizio, occorre movimentare il conto economico QUOTA TFR.

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu